ocscience.org

Dis-educazione. Perché la scuola ha bisogno del pensiero critico - Noam Chomsky

DATA DI RILASCIO 17/09/2019
DIMENSIONE DEL FILE 10,9
ISBN 9788856669336
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Noam Chomsky
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Troverai il libro Dis-educazione. Perché la scuola ha bisogno del pensiero critico pdf qui

Nonostante sia diffusa l'idea che nelle scuole statunitensi, come in quelle dei Paesi occidentali, si insegnino i valori democratici, ci troviamo di fronte un modello di insegnamento che non solo non incoraggia, ma impedisce di sviluppare il pensiero critico e indipendente, di ragionare liberamente su ciò che si nasconde dietro la rappresentazione del mondo offerta dal potere. Di rado è consentito agli studenti di «trovare da soli la verità», mostrando loro come farlo. Più spesso ci si aspetta che i ragazzi imparino attraverso un trasferimento di conoscenze: un approccio strumentale all'istruzione, la cui efficacia è misurata da esami che prevedono risposte corrette e risposte errate, predeterminate secondo i criteri stabiliti dalla cultura dominante. Le scuole non sono dunque luoghi democratici, ma istituzioni che svolgono un ruolo di controllo e di coercizione. In questa raccolta di saggi, Noam Chomsky rivela, con una serie documentata e puntuale di esempi tratti dalla storia recente, come gli Stati Uniti siano riusciti a rivendicare continuamente la loro superiorità morale proprio allontanando gli osservatori e i cittadini da una comprensione critica e globale degli eventi. E con la passione che da cinquant'anni sostiene le sue ricerche sui sistemi di potere e la sua competenza di studioso della comunicazione, fornisce gli strumenti utili a fare di studenti e insegnanti degli «agenti della storia» alla costante ricerca della verità, per rendere questo mondo meno discriminatorio e più giusto.

...algoritmi fondamentali che rispecchiano il Visita eBay per trovare una vasta selezione di pensiero critico ... Dis-educazione. Perché la scuola ha bisogno del pensiero ... ... . Scopri le migliori offerte, subito a casa, in tutta sicurezza. La buona scuola nasce dal pensiero critico di Carlo Crosato ... Prima di tutto perché ogni modello ha dei propri limiti; ma poi, come dirò, anche perché il ... modello preciso di azione, perché il pensiero critico deve poter vantare una certa libertà di movimento. A scuola: è possibile inventare un'infinità di esercizi per lavorare sul pensiero critico; in particol ... Dis-educazione. Perché la scuola ha bisogno del pensiero ... ... . A scuola: è possibile inventare un'infinità di esercizi per lavorare sul pensiero critico; in particolare, suggeriamo di lavorare in modo specifico sulle varie tappe del processo: raccolta di informazioni, valutazione, conclusione, nonché di incoraggiare l'originalità e la personalità del pensiero.. Libri sul pensiero critico. La gran parte degli studi sul pensiero critico sono in ... Descrive l'importanza dell'insegnante nel portare gli studenti all'impiego del pensiero critico anche attraverso il dibattito regolamentato (Debate). L'insegnamento del pensiero critico riguarda il "come pensare" piuttosto che "cosa pensare". E' piuttosto strano aspettarsi che gli studenti imparino, senza aver spiegato loro qualcosa sulle modalità dell'apprendimento. Il pensiero critico consiste nel saper analizzare informazioni, situazioni ed esperienze in modo oggettivo, distinguendo la realtà dalle proprie impressioni soggettive e i propri pregiudizi, significa riconoscere i fattori che influenzano pensieri e comportamenti propri ed altrui e per questo aiuta a rimanere lucidi nelle scelte. Il pensiero critico è dunque chiamato a essere un pensiero libero, e questo perché spesso le premesse sono legittimate da un meccanismo di potere, di cui il pensiero può cadere vittima. Lo scriveva già Foucault, con il concetto di "economia politica della verità": la verità è il prodotto di relazioni di potere e chi ha il potere tende a imporre la propria verità. "Il romanzo mi ha subito catturato" Il Giallista consiglia #LaRagazzaCheHaiSposato, il nuovo romanzo della maestra del legal thriller Alafair Burke. Nelle librerie e negli store online dal 13 marzo.......