ocscience.org

Gesù e i suoi seguaci. Identità e differenze - Mauro Pesce

DATA DI RILASCIO 16/01/2020
DIMENSIONE DEL FILE 6,60
ISBN 9788837232610
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Mauro Pesce
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Puoi scaricare il libro Gesù e i suoi seguaci. Identità e differenze in formato pdf epub previa registrazione gratuita

I grandi leader religiosi come Gesù sono profondamente radicati nella società in cui vivono e per comprenderne la personalità è necessario prestare attenzione alla situazione politica, economica e sociale, ma anche culturale e religiosa dell'epoca in cui sono vissuti. L'anacronismo è infatti il peggior nemico della comprensione delle origini del cristianesimo. Compito dello storico è non farsi influenzare dalle concezioni e dalla cultura di oggi e riscoprire invece il modo di vivere e di pensare di Gesù, dei suoi primi seguaci e degli scritti che essi produssero nei primi due secoli. Per questo le ricerche qui contenute prendono le mosse da due convinzioni: l'ebraicità di Gesù e dei suoi discepoli, divisi in una molteplicità di gruppi locali che possedevano informazioni parziali e differenti, e la conseguente presenza di affermazioni contrastanti nei vangeli, pur nella loro verità storica. A riprova che sociologia e antropologia sono parte essenziale e creativa degli studi biblici e, accanto ad altre correnti esegetiche e sensibilità storiografiche, possono dare il proprio, sempre parziale, contributo.

...abola dei talenti? NELLA parabola dei talenti Gesù illustra con chiarezza un obbligo dei suoi seguaci unti ... Gesu' E I Suoi Seguaci. Identita' E Differenze - Pesce ... ... . È importante comprendere il significato di questa parabola perché riguarda tutti i veri cristiani, che abbiano la speranza della ricompensa celeste o terrena. Quando Gesù morì, Dio lo riportò in vita come persona spirituale (1 Pietro 3:18). Poi Gesù aspettò alla destra di Dio fino a quando Geova non gli diede il potere di governare come Re su tutta la terra (Ebrei 10:12, 13). Ora Gesù sta regnando in cielo e i suoi seguaci stanno annunciando questa buona notizia in tutto il mond ... Gesù e i suoi seguaci. Identità e differenze - Mauro Pesce ... ... . Ora Gesù sta regnando in cielo e i suoi seguaci stanno annunciando questa buona notizia in tutto il mondo. Sì, i seguaci di Gesù devono essere coraggiosi e pronti a sacrificarsi, se vogliono mostrarsi degni del suo favore. Infatti egli dice: "Poiché chi si vergogna di me e delle mie parole in questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figlio dell'uomo si vergognerà di lui quando arriverà nella gloria del Padre suo con i santi angeli". "Le storie venivano tramandate per passaparola, anno dopo anno, decennio dopo decennio, tra le persone nelle diverse parti del mondo, in diverse lingue, e non c'era modo di controllare cosa una persona poteva dire alla successiva riguardo le parole e le azioni di Gesù", spiega lo scettico Bart Ehrman nel suo libro del 2014, "Come Gesù di Nazareth divenne Dio". GESÙ E I MANOSCRITTI DEL MAR MORTO: Il cristianesimo primitivo e l'identità storica di Cristo eBook: Donnini, David: Amazon.it: Kindle Store Abbiamo visto nei precedenti articoli che Yehoshua ben Yosef, detto Gesù, nacque ebreo e morì ebreo. Non fondò il cristianesimo e disse chiaramente che non lo voleva fondare: "Non son venuto per abolire, ma per dare compimento". Ed abbiamo visto che il successore di Yehoshua (Gesù) non fu Pietro, bensì Giacomo il Giusto (fratello, o cugino - per i cattolici - di Gesù). Radio Maria pubblica la carta d'identità di Gesù Cristo Ci avete chiesto una verifica in tanti, e rimandarvi al post pubblicato sulla pagina ufficiale di Radio Maria non è bastato, per cui volentieri vi diamo conferma: Radio Maria ha pubblicato la carta d'identità di Gesù Cristo. La sua origine risale al 1500 a.C., sorto come sistema di riti e di molteplici divinità (politeismo), però sono poche le pratiche e le credenze che possono dirsi condivise da tutti gli Induisti. La gran maggioranza dei 750 milioni di Induisti nel mondo vive in India, adora Shiva, Vishnu o Devi, ma adora anche svariati milioni di divinità minori legate a villaggi o a famiglie particolari. La sua identità era il centro del suo insegnamento. La domanda più importante posta ai suoi seguaci era: "Voi chi dite che io sia?" Quando Pietro rispose dicendo: "Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente" (Matteo 16:14-16), Gesù non era sconvolto, né rimproverò Pietro. Sebbene non ci fosse alcuna differenza tra l'aspetto esteriore del corpo spirituale di quel momento e il precedente aspetto esteriore del Signore Gesù, in quell'istante Egli era divenuto un Gesù che alle persone sembrava un estraneo, perché era diventato un corpo spirituale dopo essere resuscitato e, in confronto alla Sua carne precedente, questo corpo spirituale era più sconcertante e ... Anzitutto diamo un'occhiata alle differenze tra il Signore Gesù prima e dopo la resurrezione. ... e un avvertimento per i Suoi seguaci. ... Sapeva che le persone non erano totalmente certe della Sua identità come Cristo, ma durante il Suo tempo nella carne non ebbe aspettative severe su di loro. Gesù parla ai Suoi discepoli dopo la Sua resurrezione (Giovanni 20:26-29) E otto giorni dopo, i suoi discepoli erano di nuovo in casa, e Toma era con loro. Venne Gesù, a porte chiuse, e si presentò in mezzo a loro, e disse: Pace a voi! Quindi, secondo questa testimonianza ‹pagana›, Gesù era un uomo saggio e pio, degno dell'immortalità insieme a Pitagora ed Eracle, ma i suoi seguaci, i cristiani, ebbero il grave torto di trasformarlo in un dio e quindi di adorarlo, rinnegando, così, l'essenza di Dio. Gesù parla ai Suoi discepoli dopo la Sua resurrezione (Giovanni 20:26-29) E otto giorni dopo, i suoi discepoli erano di nuovo in casa, e Toma era con loro. Venne Gesù, a porte chiuse, e si presentò in mezzo a loro, e disse: Pace a voi! Gesù parla ai Suoi discepoli dopo la Sua resurrezione (Giovanni 20:26-29) E otto giorni dopo, i suoi discepoli erano di nuovo in casa, e Toma era con loro. Venne Gesù, a porte chiuse, e si presentò in mezzo a loro, e disse: Pace a voi!...