ocscience.org

Peccato è... non farlo - Anna Maria Fazio

DATA DI RILASCIO 16/12/2014
DIMENSIONE DEL FILE 5,11
ISBN 9788891163714
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Anna Maria Fazio
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Il miglior libro Peccato è... non farlo pdf che troverai qui

Una collezione di racconti piacevoli e piccanti; un mix, a volte delicato, altre sfacciato e disinibito, di desideri proibiti e inconfessabili. Una piccola rassegna, tra romanticismo, e trasgressione, nella quale l'autrice vuole condurvi verso una lettura, ben dosata tra intrigo, passione, sentimento. Anna Maria Fazio dipinge questi racconti utilizzando lo stesso metodo che tanto la appassiona quando dipinge le sue tele; raccontare le verità e/o fantasie, senza pudori. Lo fa con pennellate corpose e dai colori vividi, ma anche con delicate sfumature sensuali. Il volume contiene alcuni racconti già pubblicati nel libro "Gocce di Eros" della stessa autrice. Il linguaggio di sesso esplicito utilizzato in questo libro è indicato per un pubblico adulto. Ogni riferimento a fatti accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi casuale.

...ando si cade in peccato mortale? La risposta è ovvia, confessarsi ... Perché tradire? E' veramente un peccato non farlo ... ... . Ma il punto è che spesso, pur formulando ben chiara l'intenzione di confessarsi, non c'è possibilità di farlo subito e nel frattempo passa qualche giorno. Ora io non so mai come comportarmi in quel lasso di tempo, soprattutto per quel che riguarda la preghiera. Come cristiani, dobbiamo stare attenti a non fare quello che fa il mondo, cioè considerare il peccato dal punto di vista umano. Il non credente dice: "Convivere non è peccato, avere figli fuo ... Perché tradire? E' veramente un peccato non farlo ... ... . Il non credente dice: "Convivere non è peccato, avere figli fuori dal matrimonio va bene, fare del sesso fuori dal matrimonio va bene e non c'è niente di male nell'autoerotismo". MA DIO NON DICE QUESTO! Leggi «Peccato è...non farlo» di Anna Maria Fazio disponibile su Rakuten Kobo. Una collezione di racconti erotici piacevoli e piccanti; un mix, a volte delicato, altre sfacciato e disinibito, di desi... Idea errata: Il peccato originale ha creato una frattura insanabile tra noi e Dio. Realtà: Dio non ci considera responsabili di quello che hanno fatto Adamo ed Eva.Capisce che siamo imperfetti e non si aspetta da noi più di quello che siamo in grado di fare (Salmo 103:14).Anche se soffriamo a causa delle conseguenze del peccato ereditato, abbiamo la possibilità e il privilegio di diventare ... Secondo le definizioni dogmatiche del Concilio di Trento questo fatto non si può considerare un peccato - pena la caduta nell'anatema - ma anzi la concupiscenza «essendo lasciata per la prova (ad agonem), non può nuocere a quelli che non vi acconsentono e che le si oppongono virilmente (viriliter) con la grazia di Gesù Cristo» (Denzinger, Enchiridion symbolorum, 1515). Pecco, e ripecco. Ma che cosa è peccato? Peccato è non fare, non cogliere occasione. Che peccato! Non l'ho fatto! Eccolo, il vero peccato! D'altronde, se fosse proprio male quel che faccio, non lo farei. E' proprio qualcosa più grande di me, che non posso vincere? Beh, in questo caso non ne avrei proprio alcuna colpa né peccato. L'ebraismo considera come peccato la violazione di uno qualsiasi dei comandamenti divini e insegna che il peccato è un atto e non uno stato dell'essere. Il genere umano peraltro non fu creato con un'inclinazione a fare il male, ma possiede tale inclinazione solo "dall'adolescenza" (Genesi 8.21 "l'istinto del cuore umano è incline al male fin dalla adolescenza" Non penso che sia peccato avere rapporti in sé; è peccato aver rapporti all'infuori del matrimonio. Penso che si possa fare un esempio col mangiare: mangiare non è peccato, ma va fatto nei tempi e nei modi corretti, ad esempio senza danneggiare la propria salute. Giacomo 4:17 "Chi dunque sa fare il bene e non lo fa, commette peccato". Per non peccare … Non fare ad altri quel che non vuoi che gli altri facciano a te : Gesù non ha detto và continuando a peccare ma ha detto va e non peccare più … Il giudizio per il peccato è la morte, che è la separazione da Dio. Il peccato è male non perché l'ha deciso Dio, ma perché ci fa del male e Dio, che lo sa, ci invita a seguire i suoi consigli. L'umanità, ahimè, si comporta come un eterno adolescente che guarda sospettoso chi impone delle regole e i risultati si vedono. Il sesso al giorno d'oggi è co...