ocscience.org

Breve trattato delle cause che possono far abbondare li regni d'oro e d'argento dove non sono miniere. Con applicazione al Regno di Napoli - Antonio Serra

DATA DI RILASCIO 11/10/2013
DIMENSIONE DEL FILE 11,45
ISBN 9788849839500
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Antonio Serra
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Antonio Serra libri Breve trattato delle cause che possono far abbondare li regni d'oro e d'argento dove non sono miniere. Con applicazione al Regno di Napoli epub sono disponibili per te dopo la registrazione sul nostro sito web

Il Breve trattato fu una delle prime opere ad occuparsi in modo sistematico delle determinanti, naturali o prodotte dall'uomo, che potevano far aumentare la produzione di beni e sviluppare i servizi offerti all'interno di un Paese. La parte dominante della moderna cultura economica giustifica, cosa impensabile in passato, l'ignoranza dei testi non in lingua inglese. In linea con ciò la cultura italiana abdica alla primogenitura di molti aspetti della conoscenza economica, infilandosi nel filone letterario anglosassone, senza peraltro dare a essa significativi contributi. Eppure avevamo raggiunto una posizione di eccellenza come, senza ombra di dubbio, è quella di Antonio Serra, esposta qui nel Breve trattato, in materia di determinanti degli scambi internazionali e di ruolo svolto dai rapporti di cambio estero delle monete. Questo volume sta qui a ricordare quanto la cultura economica italiana fosse un importante punto di avvio scientifico; tesi peraltro ribadita da Joseph Alois Schumpeter nella sua monumentale "Storia dell'analisi economica" (1954) che riconosce al Serra il merito d'essere il primo ad aver trattato principi di economia e politica economica che si sarebbero affermati più tardi e, più in generale, alla cultura italiana d'aver dato un contributo significativo alla nascita della scienza economica.

...matico delle determinanti, naturali o prodotte dall'uomo, che potevano far aumentare la produzione di beni e sviluppare i servizi offerti all'interno di un Paese ... Breve trattato delle cause che possono far abbondare li re ... ... . Breve trattato delle cause che possono far abbondare li regni d'oro e d'argento dove non sono miniere. Con applicazione al Regno di Napoli. Autore: Serra Antonio. Titolo: Breve trattato delle cause che possono far abbondare li regni d'oro e d'argento dove non sono miniere. Con applicazione al Regno di Napoli. Editore: Rubbettino. Pagine: 131 Antonio Serra - Breve trattato delle cause che possono far abbondare li regni d'oro e d'a ... Antonio Serra (economista) - Wikipedia ... . Con applicazione al Regno di Napoli. Editore: Rubbettino. Pagine: 131 Antonio Serra - Breve trattato delle cause che possono far abbondare li regni d'oro e d'argento dove non sono miniere (1613) Parte terza Capitolo II - Del remedio della proibizione dell'estrazione della moneta Antonio Serra (Dipignano, metà XVI secolo - Napoli, primi anni XVII secolo) è stato un economista e filosofo italiano della scuola mercantilista.Serra è considerato il primo scrittore di economia politica in Italia, e uno dei primi in Europa.A Serra va «il merito di avere composto per primo un trattato scientifico, seppure non sistematico, sui principi e sulla politica economica». Antonio Serra - Breve trattato delle cause che possono far abbondare li regni d'oro e d'argento dove non sono miniere (1613) Capitolo I - Se la bassezza o altezza del cambio della piazza di Napoli con l'altre piazze d'Italia sia o possa essere causa dell'abbondanza o penuria di moneta nel Regno Breve trattato delle cause che possono far abbondare li regni d'oro e d'argento dove non sono miniere Antonio Serra - Breve trattato delle cause che possono far abbondare li regni d'oro e d'argento dove non sono miniere (1613) Parte terza Capitolo IV - Delli espedienti proposti come crescere la moneta propria o bassarla di peso o di lega Breve trattato sulle cause che possono far abbondare d'oro e d'argento i regni privi di miniere, con applicazione al Regno di Napoli: Il Breve trattato, scritto in carcere e pubblicato nel 1613 dall'editore napoletano Lazzaro Scorriggio, soltanto...